Archive

Le incoerenze nello spazio Bitcoin sono molto diffuse

Ultimamente ci sono diversi rapporti contrastanti nel mondo dei criptoscopi. Nonostante l’idea che il bitcoin stia impazzendo e sia sul punto di colpire ancora una volta gli 11.000 dollari, sembra che le cose stiano andando molto su e giù altrimenti sia per i minatori che per le istituzioni.

Il mercato del Bitcoin è a cavallo tra alti e bassi

Recentemente, Live Bitcoin News ha riferito che Bit Farms, una società mineraria di criptovalute, è a cavallo di un pesante debito e sta lottando per ripagare gli oltre 20 milioni di dollari che deve per il 2021. Si tratta di un sacco di soldi in un periodo relativamente breve. L’azienda dice di essere stata duramente colpita negli ultimi mesi, dato che il settore minerario è ampiamente considerato un’attività non essenziale, e quindi ha subito pesanti colpi alle sue entrate e ai suoi guadagni.

Al contrario, Canaan Creative è la seconda società mineraria in Cina dopo Bitmain. È emerso che le sue azioni stanno crescendo di prezzo, e mentre le azioni sono aumentate solo del tre per cento circa al momento della stesura della presente relazione, negli ultimi giorni hanno raggiunto il 14 per cento.

Questo può essere probabilmente attestato dalle dimensioni di Canaan. Dato che si tratta di una delle più grandi piattaforme di crypto mining e di venditori di attrezzature minerarie del mondo, Canaan manterrà l’interesse dei trader e degli agenti di borsa di tutto il mondo, ma cosa si può dire delle piattaforme istituzionali che sembrano subire le stesse incongruenze?

Per esempio, abbiamo recentemente spiegato che praticamente nessuno ha scambiato opzioni Bitcoin Rush attraverso la piattaforma Bakkt da metà giugno. Ultimamente la società sta andando molto male, e si può sostenere che Bakkt non è stato altro che un totale fallimento da quando si è concretizzato circa un anno fa. Dal giorno in cui è entrata in scena, la bitcoin ne ha sofferto, e la presenza istituzionale che avrebbe dovuto attirare non si è concretizzata.

D’altra parte, ci sono aziende come CME Group a Chicago, che alla fine hanno portato molti nuovi clienti e hanno visto un’impennata del trading nelle ultime settimane. Al momento in cui scrivo, l’interesse aperto sulla piattaforma della società ha raggiunto il massimo storico e ha superato i 720 milioni di dollari. Il record precedente era di poco più di 530 milioni di dollari lo scorso maggio, il che significa che le negoziazioni sono salite di circa 200 milioni di dollari solo negli ultimi due mesi.

Opzioni Alto, Volume Basso

Dove le cose sembrano avere un po‘ più senso è nella categoria del volume. Allo stato attuale, il volume con il Gruppo CME è basso, con solo circa 276 milioni di dollari di scambi di bitcoin futures che si accumulano durante tutto il mese. Si tratta di circa 9 milioni di dollari in meno rispetto a giugno.

Tuttavia, si tratta comunque di un volume piuttosto elevato rispetto ai 114 milioni di dollari di scambi di bitcoin futures che si sono accumulati sulla piattaforma Bakkt proprio ieri pomeriggio.

Dieser Beitrag wurde am 30. Juli 2020 in Bitcoin veröffentlicht.